La Certificazione IGP

Il Pastificio Sorrentino ha ottenuto l'IGP. La certificazione IGP è un marchio di qualità, attribuito a prodotti alimentari ed agricoli. Se un prodotto merita la certificazione IGP, vuol dire che la sua qualità e la sua tipicità dipendono dalla sua provenienza geografica, dal luogo stesso della sua produzione.

La certificazione IGP del Pastificio Sorrentino, testimonia la tradizione della produzione gragnanese. La produzione avviene all'interno del comune di Gragnano e rispetta un rigido disciplinare.

certificazione igp

Le Materie Prime

La produzione della pasta è un'arte e l'eccellenza della materia prima è l'unico modo per ottenere un prodotto di qualità superiore. La pasta Sorrentino in conformità ai dettami del marchio comunitario di Pasta di Gragnano a Indicazione Geografica Protetta, è prodotta esclusivamente con semola di grano duro e acqua della falda acquifera locale. Semola di grano duro Prodotta prevalentemente nelle regioni del Sud Italia, la semola di grano duro è il simbolo della pasta di qualità per la ricchezza proteica superiore rispetto a quella di grano tenero. Da una percentuale di proteine superiore al 13,5%, deriva un elevato indice di glutine e il relativo “dente” durante la cottura. La semola di grano duro si distingue inoltre da quella di grano tenero sia per la granulometria più accentuata che per il suo caratteristico colore giallo ambrato. Acqua L'acqua impiegata nell’impasto è quella poco calcarea che sgorga dalle sorgenti del Monte Faito. É uno dei fattori fondamentali per la qualità del prodotto finale.

spiga di grano

La linea di Produzione

Che cos'è la trafila al bronzo? La trafila è una piastra con fori di diversa grandezza e sagoma, che serve per ottenere i differenti formati di pasta. Il Pastificio Sorrentino, come tradizione vuole, fa passare l'impasto attraverso speciali trafile di bronzo. La nobiltà del bronzo dona alla pasta rugosità e porosità, la cosidetta “arraggiatura”, permettendo al momento del salto in padella di raccogliere tutti i sapori e i colori del condimento desiderato.

Che cos'è l'essicazione lenta a basse temperature? L’essiccazione lenta a basse temperature dà alla pasta il riconoscibile colore giallo pallido e preserva il gusto e i valori nutrizionali della materia prima, come la lisina, una componente proteica presente in quantità piuttosto bassa nel grano, che si deteriora via via che la temperatura di essiccazione aumenta. L'essicazione lenta a bassa temperatura si rivela fondamentale tanto per una dieta sana quanto per la digeribilità della pasta stessa.

Come la facciamo? La lavorazione della pasta è un'arte, un'attività che richiede passione ed esperienza, esperienza che si tramanda di generazione in generazione e che ha reso la città di Gragnano famosa nel mondo. Dalla preparazione dell'impasto al confezionamento, il Pastificio Sorrentino dà vita ad un prodotto che racchiude la tecnica e il gusto di una tradizione secolare.

filiera in legno

La storia di Gragnano

Dai Romani all’ottocento passando per la comparsa dei primi mulini, Gragnano si è sempre distinta nella produzione di pasta proveniente da semola di grano duro.

Fine XVI secolo: nascono i primi pastifici a conduzione familiare. Metà XVII secolo: la piccola cittadina dei Monti Lattari diventa famosa per la produzione della pasta. Metà XIX Secolo: i pastifici gragnanesi, dopo l'Unità d'Italia, si aprono ai mercati di città come Torino, Firenze e Milano. La produzione della pasta raggiunge l’apice.

Oggi la pasta di Gragnano è di nuovo tornata al suo splendore. Per Gragnano produrre pasta è un’antica arte, patrimonio di storia, cultura, tradizioni e segreti. Nascere e vivere a Gragnano vuol dire essere pervasi, inebriati dai sapori e dai profumi esaltanti della semola di grano duro.

logo gragnano

Il Pastificio Sorrentino

Pastificio Sorrentino Il Pastificio Sorrentino sorge a Gragnano dove la pasta è una religione. Recuperando la tradizione centenaria dei padri il pastificio adopera le migliori miscele di semola, trafile di bronzo ed essiccazione naturale, lavorando in stretta sinergia con il mugnaio.

Sede di Gragnano Nel XVI secolo comparirono a Gragnano i primi pastifici a conduzione familiare ma è verso la metà del XVII secolo che la piccola cittadina dei Monti Lattari diventa famosa per la pasta. Le chiavi del successo della pasta di Gragnano sono da ricercare soprattutto nelle favorevoli condizioni climatiche. La città stretta fra le montagne e il mare, gode di un clima mite, equilibrato e leggermente umido per tutto l’anno, che permette di essiccare la pasta in maniera graduale. Inoltre, dalle sorgenti del Monte Faito sgorga un’acqua pura, povera di cloro, che conferisce al prodotto finale caratteristiche inconfondibili.

La filosofia L'intento del Pastificio è quello di conservare il sapore di una tradizione e il gusto di un prodotto realizzato con ingredienti semplici, frutto della selezione della migliore materia prima e di un processo di lavorazione artigianale, lento e curato in ogni dettaglio. Trasformiamo la semola per offrire un'ampia gamma di formati speciali, particolarmente riconosciuti ed apprezzati dai gourmet.

pala per la farina